Lo Studio Tecnico del Geometra Bartolini Mattia di Osimo (AN), si occupa della redazione di pratiche catastali, per l'accatastamento di nuovi fabbricati sia a livello di catasto terreni che di catasto fabbricati, aggiornamento o modifica delle planimetrie catastali,  frazionamento di terreni e fabbricati, visure catastali e molto altro per le province di Ancona e Macerata.

Quando, per un fabbricato, è solitamente necessario presentare una nuova pratica catastale?

Solitamente in seguito all'esecuzione di una ristrutturazione che abbia comportato una diversa distribuzione degli spazi interni (spostamento e modifica di pareti e porte interne), un frazionamento di un immobile in più unitá immobiliari, la fusione di più unitá immobiliari, oppure ad un ampliamento o ad una modifica prospettica (modifica delle posizione e/o dimensione di pareti ed infissi esterni dell'edificio), succede che al termine dei lavori, ci troviamo davanti alla situazione di dover eseguire tali pratiche catastali, con procedura DOCFA, anche perché queste sono richieste obbligatoriamente per poter dichiarare in comune il termine dei lavori ed eventualmente anche per poter ottenere l'agibilità finale dell'immobile.

Faccio presente che può anche capitare di dover presentare una nuova pratica di aggiornamento catastale, nel caso in cui siamo in possesso di una vecchia planimetria che riporti degli errori di rappresentazione. Questa casistica solitamente capita quando si deve procedere con la vendita di un immobile, infatti per un corretto passaggio di proprietà, la planimetria catastale deve essere conforme con lo stato dei luoghi e molte volte capita che prima di procedere con il rogito dal notaio, ci si accorga di queste irregolarità; a mio modesto parere sarebbe bene non accorgersene proprio all'ultimo momento, in modo da avere tutto il tempo di dare un incarico al vostro Tecnico di fiducia, verificare e correggere le difformità per tempo ed evitare così rallentamenti con l'atto notarile finale (andrebbe verificata la regolarità della planimetria, tramite un Tecnico di fiducia nel momento in cui si decide di mettere in vendita il proprio immobile).

E per i terreni come funziona?

Funziona allo stesso modo, quindi se devi frazionare un terreno, fondere un terreno con un altro, sei sempre costretto a presente una pratica catastale al catasto terreni tramite procedura PREGEO.

Alla base di ogni variazione catastale o nuovo accatastamento, è bene ricordare di quanto sia importante eseguire un accurato rilievo metrico (con distanziometro laser) o topografico di tutto l'immobile, in quanto eventuali imprecisioni sulla futura rappresentazione della planimetria catastale potrebbero in alcuni casi, portare a delle sanzioni amministrative oppure compromettere l'eventuale passaggio di proprietà dell'immobile.

 NELLO SPECIFICO CI OCCUPIAMO DI:

- Visure e Planimetrie catastali;

- Redazione Frazionamenti terreni e fabbricati

- Redazione Tipi Mappali;

- Cambio di destinazione d'uso;

- Fusione ed accorpamento di unità immobiliari;

- Variazioni Colturali, per la modifica negli atti catastali della coltura    dei terreni;

- Pratiche di accatastamento nuovi immobili;

Variazione o modifica della planimetria catastale per immobili esistenti e di qualsiasi destinazione d'uso;

- Istanze per rettifica errori catastali;

Volture per la modifica dell'intestazione catastale degli immobili;

- Ispezioni, visure e ricerche catastali storiche presso gli uffici competenti.

Pertanto siamo a disposizione per qualsiasi info e/o preventivo gratuito per i comuni di Osimo, Castelfidardo, Polverigi, Agugliano, Offagna, Santa Maria Nuova, Chiaravalle, Ancona, Falconara Marittima, Camerano, Senigallia, Filottrano, Montefano, Macerata, Numana, Sirolo, Loreto, Recanati, Porto Recanati, Potenza Picena e zone limitrofe.

TABELLA DELLE CATEGORIE CATASTALI:

GRUPPO A

A/1 - Abitazioni di tipo signorile

A/2 - Abitazioni di tipo civile

A/3 - Abitazioni di tipo economico

A/4 - Abitazioni di tipo popolare

A/5 - Abitazioni di tipo ultrapopolare

A/6 - Abitazioni di tipo rurale

A/7 - Abitazioni in villini

A/8 - Abitazioni in ville

A/9 - Castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici

A/10 - Uffici e studi privati

A/11 - Abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi

GRUPPO B

B/1 - Collegi e convitti, educandati; ricoveri; orfanotrofi; ospizi; conventi; seminari; caserme

B/2 - Case di cura e ospedali (senza fine di lucro)

B/3 - Prigioni e riformatori

B/4 - Uffici pubblici

B/5 - Scuole e laboratori scientifici

B/6 - Biblioteche, pinacoteche, musei, gallerie, accademie, che non hanno sede negli edifici della categoria A/9

B/7 - Cappelle ed oratori non destinati all'esercizio pubblico del culto

B/8 - Magazzini sotterranei per depositi di derrate

GRUPPO C

C/1 - Negozi e botteghe

C/2 - Magazzini e locali di deposito

C/3 - Laboratori per arti e mestieri

C/4 - Fabbricati e locali per esercizi sportivi (senza fine di lucro)

C/5 - Stabilimenti balneari e di acque curative (senza fine di lucro)

C/6 - Stalle, scuderie, rimesse, autorimesse (senza fine di lucro)

C/7 - Tettoie chiuse od aperte

GRUPPO D

D/1 - Opifici

D/2 - Alberghi e pensioni (con fine di lucro)

D/3 - (Teatri, cinematografi, sale per concerti e spettacoli e simili (con fine di lucro)

D/4 - Case di cura ed ospedali (con fine di lucro)

D/5 - Istituto di credito, cambio e assicurazione (con fine di lucro)

D/6 - Fabbricati e locali per esercizi sportivi (con fine di lucro)

D/7 - Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività industriale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni

D/8 - Fabbricati costruiti o adattati per le speciali esigenze di un'attività commerciale e non suscettibili di destinazione diversa senza radicali trasformazioni

D/9 - Edifici galleggianti o sospesi assicurati a punti fissi del suolo, ponti privati soggetti a pedaggio

D/10 - Fabbricati per funzioni produttive connesse alle attività agricole

GRUPPO E

E/1 - Stazioni per servizi di trasporto, terrestri, marittimi ed aerei

E/2 - Ponti comunali e provinciali soggetti a pedaggio

E/3 - Costruzioni e fabbricati per speciali esigenze pubbliche

E/4 - Recinti chiusi per speciali esigenze pubbliche

E/5 - Fabbricati costituenti fortificazioni e loro dipendenze

E/6 - Fari, semafori, torri per rendere d'uso pubblico l'orologio comunale

E/7 - Fabbricati destinati all'esercizio pubblico dei culti

E/8 - Fabbricati e costruzioni nei cimiteri, esclusi i colombari, i sepolcri e le tombe di famiglia

E/9 - Edifici a destinazione particolare non compresi nelle categorie precedenti del gruppo E

GRUPPO F

F/1 - Area urbana

F/2 - Unità collabenti

F/3 - Unità in corso di costruzione

F/4 - Unità in corso di definizione

F/5 - Lastrico solare

F/6 - Fabbricato in attesa di dichirazione (circolare 1/2009)

Visite: 3482